Il Nostro Menu

Pranzo e Cena

La cucina di Moki è un’inarrestabile sfida quotidiana giocata su semplicità e sperimentazione. Pochi piatti, curati e genuini, legati ai prodotti che la stagione ci offre e a materie prime di grande qualità.

E’ la passione ad animare il giovane chef Ruiter Paro e il suo sous-chef Marcello nella costante e meticolosa ricerca attorno alla filosofia di “Piccole e grandi idee dal Trentino e non solo”, in un mix di local e global, tradizione e innovazione.

Siamo in Trentino e per questo valorizziamo ciò che la nostra regione può offrirci senza rimanere confinati in un’ottica puramente territoriale. Ci piace esplorare per scoprire sapori e profumi che fondono il passato con un presente fatto di molteplici ispirazioni derivati da ricordi, da viaggi o da culture lontane.

Clicca qui per leggere il menu del giorno.

Pranzo: 12:00 – 14:30
Cena: 19:30 – 22:00

Brunch

Brunch

È finalmente arrivato in città il Brunch del sabato mattina, la colazione-pranzo all’americana tipica del fine settimana, con la voglia di ricreare da Moki un piccolo angolo di internazionalità, mantenendo un occhio attento al territorio trentino e ai suoi prodotti di qualità.

Si tratta di una sfiziosa proposta culinaria dolce e salata, che noi accompagniamo con una buona tazza di caffè americano e succo d’arancia.

Così come il nostro menu, anche il brunch rimane coerente con la filosofia del locale variando ogni settimana in base all’estro creativo della nostra cucina e ai prodotti che la stagione ci offre.

Un’occasione imperdibile per tutti coloro che il sabato amano non avere fretta per assaporare con gusto questa piacevole novità.

Il Brunch viene servito dalle 12.00 alle 14.30 con la variante di carne o vegetariana, al costo di €18.

Prenota subito il tuo tavolo!

Aperitivo

Aperitivo

L’aperitivo è tutto da scoprire. L’attenzione al dettaglio risiede anche qui, nella lista cocktail studiata con cura dal nostro barman e nella selezione di vini legata a piccole aziende vinicole trentine.

aperitivo cocktail rosso

aperitivo cocktail verde

Prova le Tapas!

Il fascino dell’aperitivo da Moki è senza dubbio legato alla possibilità di gustare le nostre Tapas in chiave trentina e non solo, servite su richiesta dalle 18 alle 19:30. Si tratta di piccole creazioni, piccoli finger food, realizzati con cura dalla nostra cucina rispettando una logica di stagionalità, qualità e attenzione al dettaglio.

 

 

aperitivo cocktail e tapas

cocktail in preparazione

tapas

 

Te d’Oriente

Terre D’oc

Thés De L’HOSPITALITÉ

Il tè racconta storie di viaggi attraverso montagne, steppe e oceani; storie di incontri e culture; da sempre e in tutto il mondo gesto di amicizia e ospitalità.
Terre d’Oc, maison provenzale dal 1995, riscopre l’arte dell’accoglienza in antiche miscele i cui aromi si ispirano alle tradizioni di Paesi lontani.
I suoi Tè dell’Ospitalità sono il frutto di un’accurata selezione delle migliori qualità di tè biologico proveniente dalle varie regioni del mondo, basandosi su un commercio leale e solidale, nel rispetto delle coltivazioni, dei lavoratori locali e dei consumatori

TÈ VERDE TUAREG ALLA MENTA

Ispirato alla tradizionale accoglienza dei nomadi Tuareg nel deserto africano, questo tè verde arricchito con foglie di menta è estremamente rinfrescante e adatto ad essere gustato sia freddo che caldo. I nomadi, secondo un rituale rimasto immutato nel tempo, hanno l’abitudine di offrire ai visitatori tre infusioni di questa miscela in piccoli bicchieri, dalla più dolce alla più amara, come gesto simbolico che allude alla vita, all’amore e alla morte.

TÈ VERDE VIETNAMITA AL GELSOMINO

Tè verde del Vietnam dal delicato gusto floreale, grazie all’aggiunta di fiori di gelsomino appena colti e fatti essiccare, è perfetto per ogni momento della giornata. Questo tè è servito in segno di accoglienza verso viaggiatori, amici o famigliari.

TÈ NERO DELL’UZBEKISTAN ALLE MANDORLE E PISTACCHIO

In Uzbekistan il tè è la bevanda di benvenuto per eccellenza che si serve durante tutte le ore della giornata. Prima di essere offerto, il tè viene versato tre volte in una tazza per ritornare poi nella teiera. Questi tre gesti ripetuti rappresentano il “loy” (argilla), il “moy” (grasso) e il “tchai” (tè o acqua). È ancora possibile in Uzbekistan, imbattersi in “tchaikhanas”, tipiche case da tè dell’Asia centrale, decorate con “suzanis”. Togliti le scarpe prima di entrare, siedi a gambe incrociate e gusta il tuo tè senza latte o zucchero ma con mandorle e pistacchi selvatici. L’ospitalità è parte integrante della vita di ogni uzbeko. Ecco perchè un antico proverbio dice: “Onora il tuo ospite più di tuo padre”.

TÈ NERO DELL’INDIA

Ansiosi di allontanarsi dal monopolio cinese, gli inglesi introdussero le piantagioni di tè in India nel 1834. Famosa in tutto il mondo per la qualità del suo tè nero, oggi l’India è il principale paese produttore di tè, ormai la bevanda preferita dagli indiani. Il “Chai Masala” è infatti preparato con tè nero bollito con zucchero, latte e spezie come cardamomo, cannella e zenzero. In tutte le regioni dell’India, l’ospite è sempre accolto con una tazza di tè di benvenuto e ovunque gli indiani si riuniscono intorno alle bancarelle ambulanti per gustare un tè e chiacchierare.

TÈ ALLA CANNELLA DELLO SRI LANKA

Nello Sri Lanka, la patria delle spezie, il tè nero viene bevuto molto spesso con l’aggiunta di cannella e viene offerto agli ospiti molto dolce e con latte.
Questo tè nero proviene da piccole piantagioni di tè nella regione centrale di Kandy, da un commercio equo e solidale, coltivato secondo i metodi tradizionali per incoraggiare un’agricoltura in grado di garantire la salute del terreno e delle piante. Arricchito con vera cannella di Ceylon (cinnamomum zeylanicum), questo tè nero dal colore ambrato ha un sapore aromatico ed è piacevolmente profumato.

TÈ ROSSO CINESE EARL GREY

Il tè rosso cinese, color ruggine e dal gusto pieno ed avvolgente, è prodotto nella regione meridionale dello Yunnan ed è in realtà un tè nero che subisce un lungo processo di lavorazione: le foglie, dopo essere state fermentate, vengono ribagnate e rifermentate una seconda volta in umide grotte calcaree. La permanenza in queste grotte, lunga in alcuni casi anche sessant’anni, rende le foglie di questo tè estremamente pregiate.
Qi’Mén, il più famoso tè rosso in commercio, conosciuto oggi come Keemun, proviene dalla provincia di Anhui a ovest di Shanghai. Considerato come il miglior tè rosso è realizzato in seguito a particolari conoscenze per ottenere strisce di foglie sottili, senza strapparle. Sviluppa aromi intensi e complessi. Il suo gusto si sposa perfettamente con il sapore fruttato e leggermente piccante della buccia di bergamotto tipica dell’Earl Grey.
ll nome Earl Grey deriva da Earl Grey, Conte di Fallodon, che durante un viaggio in Italia nel 1830 per la marina britannica, ebbe l’idea di aggiungere della buccia di bergamotto nel tè. Scoprì una miscela eccellente che con il tempo divenne la più famosa e conosciuta al mondo.
ROOIBOS ALLA VANIGLIA DEL SUD AFRICA
In Sud Africa l’infuso di Rooibos è molto apprezzato per le sue virtù antiossidanti e per la ricchezza di sali minerali. Il Rooibos, spesso indicato erroneamente come “tè rosso africano”, è infatti un infuso ricavato dalle foglie dell’omonima pianta. Non contiene teina e l’aggiunta di vaniglia naturale lo trasforma in una bevanda molto dissetante che viene servita agli ospiti in segno di ospitalità. Può essere bevuto sia caldo che freddo.

TÈ NERO DELLA RUSSIA AGLI AGRUMI

Il tè russo agli agrumi è una miscela di tre tè neri cinesi realizzati appositamente per l’impero russo. Con un’aggiunta di essenze di agrumi e corteccia essiccata, questo tè dai riflessi dorati ha un sapore forte e fruttato. È solitamente bevuto dolce con una fetta di limone. I russi sono soliti bere un sorso di tè mentre stringono una zolletta di zucchero tra i denti o con un cucchiaio di marmellata. In Russia il tè è un rito giornaliero: ovunque, dal treno all’ufficio, il tè ruota attorno all’immagine del“samovar”, l’utensile indispensabile per la sua preparazione.

TÈ NERO BRITANNICO ALLA VANIGLIA E CARAMELLO

Il tè delle cinque è un rito tutto inglese, momento di convivialità indiscusso del mondo britannico. Il rito è stato iniziato dalla Duchessa Anna di Bedford nel 1830, in un’epoca in cui il pranzo veniva servito presto e la cena tardi e il tè del pomeriggio rappresentava una pausa frugale e rinfrescante che la Regina Vittoria chiamò in seguito tè delle cinque.
Questa miscela di tè nero molto forte, addolcita dall’aroma di caramello e vaniglia, sembra essere perfetto per la pausa pomeridiana, accanto a qualche biscotto o ad una gustosa fetta di torta.

CONFEZIONE gr 100 € 16,00
INFUSO IN TAZZA SERVITO AL TAVOLO € 3,50

tè nero Terre D'oc Tè dell’Ospitalità