Pierogi Ruskie: I ravioli polacchi di Ania


Pierogi Ruskie: I ravioli polacchi di Ania

Io e Ania ci siamo conosciute qualche mese fa grazie ai nostri mariti e fin da subito tre cose ci hanno accomunate:  la nostra pancia che cresce giorno dopo giorno (siamo entrambe in attesa di un bebè), la passione per il buon cibo e le voglie…voglie strane come quelle che ti assalgono durante una tranquilla giornata di primavera e ti portano alla ricerca di un piatto di morbidi Pierogi ruskie, che nella nostra città, Trento, diventa praticamente impossibile trovare! Non è di certo come vivere a Varsavia, dove in ogni dove si possono trovare locande tipiche pronte a servirti un piatto di pierogi fumanti.

E allora ci siamo ingegnate a dovere e abbiamo pensato che la soluzione migliore sarebbe stata quella di mettersi ai fornelli e di sfruttare le origini polacche di Ania…

L’altra alternativa possibile (ma meglio dire impossibile) avrebbe costretto Salvatore e Andrea ad un estenuante ed esilarante viaggio di andata e ritorno, senza sosta, verso la Polonia. Forse un tantino esagerato, non credete?

Beh, avete mai assaggiato i Pierogi? Si tratta dei classici ravioli polacchi che possono ben definirsi come il piatto nazionale della Polonia ma ricordano anche piatti tipici di altre cucine come Ukraina, Russia, Bielorussia, Lituania e Romania.

Io ho iniziato ad amarli dopo aver trascorso qualche giorno nell’incantevole Cracovia, di cui vi parlerò a breve. Per Ania i pierogi sono invece un fattore di cuore oltre che di palato. I pierogi la riconducono alla sua infanzia e alla cucina della nonna, ricolma di vasi con verdure sott’aceto, come è consuetudine nelle vecchie tradizioni dell’est. I profumi di quegli istanti sono rimasti impressi nella sua mente, come se il tempo si fosse fermato. La Polonia è stata la casa di Ania fino ai suoi otto anni. E certi sapori non si scordano tanto facilmente. Ecco perché ero certa che grazie a lei la ricetta di questi ravioli sarebbe stata autentica e incredibilmente soddisfacente.

Il piccolo villaggio di Szczecinek (impronunciabile per noi italiani), nella Pomerania Occidentale, è il posto in cui Ania è nata. Lì, da sempre, si assaporano gustosi piatti tipici della tradizione locale – Kuchnia Polska -:  zuppe come zurek o zapusniak, barzcz (l’equivalente del boršč russo) a base di barbabietola, stufato di carni varie con crauti e cavoli di nome bigos e le varie versioni dei Pierogi, ancora meglio se scaldate il giorno seguente!

Noi abbiamo cucinato per voi e per soddisfare i nostri improvvise desideri di cibi introvabili i pierogi ruskie, la versione di ravioli con ripieno di patate, formaggio e cipolle caramellate!

INGREDIENTI PER L’IMPASTO ALL’ACQUA

  • 500 gr farina 00
  • 250 ml circa di acqua
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale

Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico e lasciate riposare per una decina di minuti coperto da pellicola. Io vi consiglio di sbattere l’uovo direttamente nell’acqua. So che per noi italiani sembra piuttosto strano ma l’ho visto fare da un noto chef polacco e il risultato dell’impasto è ottimo!

INGREDIENTI PER RIPIENO

  • 500 gr patate
  • 300 gr ricotta di pecora o formaggio fresco tipo quark
  • Erba cipollina o una cipolla affettata e caramellata
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

  • Fate bollire le patate fino a cottura. Lasciatele raffreddare e successivamente privatele della loro buccia.
  • Quando le patate saranno tiepide schiacciatele a mano (o con uno schiacciapatate) e aggiungetevi la ricotta. Salate e pepate e unite l’erba cipollina precedentemente sminuzzata oppure le cipolle che avrete fatto caramellare in un tegame.
  • A questo punto togliete dalla pellicola l’impasto e iniziate a stenderlo su un piano infarinato.
  • Create dei dischi del diametro di 8/10 cm.
  • Riempite con un cucchiaio di ripieno, disco dopo disco e iniziate a richiudere i vostri pierogi come potete vedere sul video.
  • Mettete a bollire dell’acqua e salatela.
  • E’ arrivato il momento della loro cottura! Quindi metteteli a cuocere in acqua bollente uno dopo l’altro facendo attenzione che non si rompano (aggiungete un filo d’olio nell’acqua per evitare che si attacchino tra loro).
  • Non appena arrivano in superficie, continuate la cottura dei pierogi per circa 5 min. e infine scolateli.
  • In un’altro tegame fate sciogliere del burro. Una volta caldo unite i pierogi e fate in modo che su uno dei due lati si crei una sorta di crosticina.
  • A questo punto potete servirli, accompagnati da delle cipolle che avrete tagliato finemente e lasciato rosolare per qualche minuto.
  • L’usanza della tradizione gastronomica polacca vuole che accanto ai pierogi si accompagni anche una cucchiaiata di panna acida… vedete voi se l’abbinamento può piacervi!

Ed ecco serviti i buonissimi Pierogi Ruskie!

Dobry Apetyt da me e Ania!


Categorie



+ Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo